Accordatosi coi Portland Trail Blazers prima della trade deadline, dopo aver effettuato il buyout con i New York Knicks, Enes Kanter ha ritrovato finalmente la continuità d’impiego e di rendimento che gli era mancata nella prima parte di stagione nella Grande Mela ed è pronto a tornare ai playoff con la franchigia dell’Oregon.

Il centro turco, che sta viaggiando a medie di 10.8 punti, 7.1 rimbalzi e 1.4 assist col 53% al tiro, avrebbe potuto trasferirsi ai Los Angeles Lakers, ma ha preferito accasarsi alla corte di Terry Stotts in quel di Portland, risultando così l’ennesimo obiettivo sfumato di Magic Johnson.

“Perché ho scelto di andare a Portland piuttosto che ai Lakers? Guardate la loro situazione, il caos che stanno vivendo. Dopo quello che è successo a New York, avevo bisogno di un ambiente tranquillo per finire la stagione senza problemi e noie varie. Ho cercato una buona squadra con un gran cultura, un coaching staff di livello e buoni giocatori in cui potessi pensare esclusivamente al basket.”, ha dichiarato in merito l’ex Utah Jazz e Oklahoma City Thunder.