L’addio di Wade continua ad essere ancora al centro dell’attenzione nel mondo della NBA. Tanti infatti sono i campioni ed ex campioni che hanno voluto omaggiarlo.

Tra questi ultimi c’è anche Shaquille O’Neal, che ha recentemente detto di ritenerlo “una delle migliori guardie tiratrici di sempre” .

Shaq divenne grande con la maglia dei Los Angeles Lakers, con il quale vinse tre titoli consecutivi in coppia con l’astro nascente Kobe Bryant.

Nel 2004, però, dopo le tante divergenze avute con Kobe e soprattutto dopo la sconfitta subita nelle finali NBA del 2004 per mano dei Detroit Pistons, venne ufficializzato il suo trasferimento ai Miami Heat, mentre fecero il viaggio inverso Caron Butler, Lamar Odom e Brian Grant. Il 14 luglio di quell’anno lo scambio divenne ufficiale. Shaq e Wade divennero una delle coppie più forti di sempre.

Dopo la sconfitta nelle finali di conference del 2005, nel 2006 gli Heat dei due campioni, coadiuvati da altre stelle del calibro di Alonzo Mourning, Gary Payton e Jason Williams, riuscirono a conquistare il titolo sconfiggendo in sei gare – dopo aver perso le prime due – i favoriti Dallas Mavericks di Dirk Nowitzki.

Tutti hanno quasi sempre pensato che fu la dirigenza dei Lakers di allora a voler scambiare O’Neal. Ma, in un’intervista rilasciata qualche giorno fa, l’ex campione ha smentito tale notizia.

Il quattro volte campione ha detto che “sono stato io a chiedere di poter andare a Miami per poter giocare insieme al giovane Dwayne Wade”.

Niccolò Bambini